Finalità Programma di Sviluppo Rurale (PSR)

Orientarsi nel mondo dello sviluppo rurale

COS’È IL PSR

Il Programma di sviluppo rurale (PSR) è il documento programmatico che ogni Regione italiana produce per poter utilizzare le risorse finanziarie che la Unione Europea assegna per l’ammodernamento delle zone rurali, per il miglioramento della competitività delle imprese e la sostenibilità ambientale, per la tutela e la salvaguardia del territorio e del paesaggio rurale, per la riduzione del divario in termini di servizi e di opportunità di occupazione delle aree svantaggiate. Il PSR ha una validità di sette anni e si articola in Priorità e Focus area che vanno perseguite attraverso delle specifiche Misure. Gli obiettivi rispondono alle reali esigenze di ogni territorio, puntando a sviluppare non solo l’agricoltura, ma anche altri settori economici presenti nelle aree rurali.

IL TERRITORIO REGIONALE E I NUMERI DELL'AGRICOLTURA VENETA 

Il contesto di riferimento PSR è quello di un territorio che conta poco meno di 5 milioni di abitanti e che si estende per una superficie di 18.399 kmq suddivisa in 579 comuni. Dal punto di vista economico, il Veneto è la terza regione in Italia per la produzione di ricchezza, dopo Lombardia e Lazio: il 9,4% del Prodotto Interno Lordo nazionale è realizzato in Veneto.

Il settore agricolo contribuisce per l’1,9% del PIL. Risulta sempre più integrato con il settore agroalimentare che sviluppa un valore di ricchezza analoga. Insieme al settore alimentare, l’agricoltura regionale partecipa al cosiddetto “sistema agroalimentare” particolarmente significativo sia in termini occupazionali che economici. Ad alta potenzialità è il settore della pesca e dell’acquacoltura che rappresenta il 9% del Valore aggiunto della pesca e dell’acquacoltura nazionale.

Le finalità del PSR Veneto 2014-2020

Il Programma di sviluppo rurale (PSR) è lo strumento di attuazione del Fondo EuropeoAgricolo di Sviluppo Rurale (FEASR) attraverso il quale la Regione del Veneto realizzerà nei prossimi sette anni gli interventi che orienteranno lo sviluppo del territorio regionale secondo le finalità delle politiche comunitarie e i fabbisogni del contesto regionale.

Beneficiari principali del PSR sono gli agricoltori, gli operatori del sistema agroalimentare e forestale, gli imprenditori e aspiranti imprenditori che operano nei territori rurali, sia in forma singola che associata, gli enti e le istituzioni pubbliche, i prestatori di servizi di formazione, di consulenza ed assistenza alle imprese, i partenariati locali.
UN PSR IN LINEA CON LA STRATEGIA EUROPA 2020
DALLA STRATEGIA “EUROPA 2020“ AL PSR
Il Programma di sviluppo rurale del Veneto approvato dalla Commissione europea il 26 maggio 2015 rappresenta uno dei numerosi tasselli che compongono il quadro complessivo degli strumenti attraverso i quali l’Unione europea si prefigge di orientare lo sviluppo dei suoi territori per il periodo di programmazione 2014-2020. Nel contesto più generale della Strategia Europa 2020, il PSR costituisce il principale strumento per lo sviluppo delle aree rurali, contribuendo direttamente alla realizzazione di un insieme predefinito di obiettivi comuni e condivisi. Il percorso ha seguito uno schema logico piuttosto ampio e complesso che ha consentito però di verificare e considerare le esigenze e le prospettive degli Stati membri in funzione esclusiva delle priorità di Europa 2020, comunemente ritenute urgenti e fondamentali per il futuro dell’Unione Europea.
STRATEGIA “EUROPA 2020”
Quadro politico dell’UE no al 2020 con 5 grandi obiettivi:
• Occupazione
• Innovazione & Ricerca
• Cambiamenti climatici/Energia
• Istruzione
• Lotta alla povertà